In commercio esistono numerosi tipi di zanzariere: ecco una breve guida su come destreggiarsi per scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze.

Con l’arrivo della bella stagione, del sole e del caldo tornano anche i non proprio amatissimi insetti e le tanto odiate zanzare. Per questo motivo diventa sempre più urgente dotarsi di zanzariere: unico deterrente in grado di schermare efficacemente la propria casa e senza che si debba ricorrere all’acquisto di prodotti chimici.

Infatti, dotate gli infissi della propria abitazione di barriere fisiche è la soluzione più valida e funzionale, oltre che la più salutare, in quanto consente di difendersi dalle fastidiose zanzare senza però creare alcun danno né alla propria salute né a quella degli insetti, utili all’ecosistema. Inoltre, le zanzariere hanno anche spesso una funzione anti-polline, funzione importante soprattutto per chi soffre di allergie stagionali, garantendo comunque un perfetto passaggio dell’aria.

Le zanzariere solitamente si compongono di struttura in alluminio e rete in fibra di vetro rivestita in PVC, ultra-resistente e facile da pulire, o nylon o tessuti filtranti e oscuranti. Sul mercato però ne esistono diverse tipologie.

La prima distinzione da fare è tra zanzariere verticali o laterali: le prime più utilizzate per le finestre e le seconde per portefinestre o balconi.

Altra distinzione invece riguarda la meccanica, infatti, in base a questa si dividono in zanzariere a rullo, a molla, magnetiche, plissettate, a battente, a pannello fisse, ad incasso o built-in, estensibili o fai da te. Per le porte o le finestre di particolari dimensioni, si ricorre in genere a un modello su misura. Prima di scegliere il più adatto, è utile quindi conoscerne le diverse caratteristiche.

Zanzariere magnetiche

Per quanto riguarda le zanzariere magnetiche queste sono create da pannelli che vengono applicati direttamente sull’alluminio delle finestre o porte-finestre, con l’ausilio di fasce adesive. Disponibili in diverse misure e colori, sono spesso scelte per il prezzo vantaggioso e per la loro praticità di utilizzo. Le dimensioni però sono standard e quindi non personalizzabili.

Zanzariere avvolgibili a rullo

Questa tipologia è la più comune e utilizzata sul mercato, in quanto può essere montata facilmente e si adatta alle dimensioni degli infissi con soluzioni su misura. La struttura è composta da un mini cassonetto di protezione che contiene la zanzariera avvolta a rullo e da due guide montanti laterali necessarie allo scorrimento della rete. Questo modello è però meno indicato in caso di finestre di dimensioni molto ridotte. Anche i prezzi di queste zanzariere sono piuttosto ridotti.

Zanzariere plissé

In caso di finestre di piccole dimensioni o porte-finestra, la soluzione più adeguata è la zanzariera plissettata perché consente di recuperare spazio. Questo modello, disponibile sia per apertura orizzontale/laterale che per apertura verticale, è dotato di un telaio molto sottile e resistente e di una struttura a molla per regolare l’apertura del pannello. Quando la zanzariera è chiusa, infatti, l’ingombro risulta davvero minimo. Anche in questo caso si tratta di zanzariere dai prezzi non troppo abbondanti.

Zanzariere a pannello fisse o a battente

Le zanzariere a battente, ad una o due ante e con o senza maniglie, sono indicate in caso di porte-finestre che prevedono un passaggio frequente, come quelle che si affacciano su balconi e terrazzi, mentre le zanzariere a pannello fisse, più economiche, sono indicate quando non debbano mai essere aperte (per esempio per finestre al piano terreno, quando il davanzale possa essere pulito dall’esterno) o per passaggi che non devono essere mai varcati.

Zanzariere scorrevoli

Le zanzariere scorrevoli prevedono un telaio in alluminio, installato nel vano della finestra o della porta-finestra, all’interno del quale scorre la rete, solitamente in fibra di vetro. La struttura di queste zanzariere può essere anche magnetica, in questo modo può essere facilmente staccata per facilitare la pulizia, la sostituzione o per spostare l’apertura della stessa a destra o a sinistra.

Zanzariere ad incasso

Questa tipologia è la più scelta quando non si vuole rinunciare all’estetica, infatti, il profilo viene completamente nascosto, integrandolo nei serramenti. Realizzabili su misura, si adattano ad ogni spazio e sono molto indicate per ambienti di grandi dimensioni.

Zanzariere estensibili

Le zanzariere estensibili sono quelle che si posizionano direttamente sulla struttura della finestra o portafinestra e su cui solitamente si fa addossare la tapparella e possono adattarsi alla lunghezza che si desidera. Non essendo strutture fisse o incassate, possono essere inserite o tolte a seconda delle esigenze.

Zanzariere fai da te

Per zanzariere dai prezzi ancora più contenuti si può pensare di realizzarne una fai da te. Basterà acquistare una zanzariera a strappo con velcro. Pratiche ed economiche, si montano semplicemente incollando una striscia di nastro adesivo in velcro intorno alla struttura della finestra o della porta da isolare, a cui viene attaccata la rete acquistata su misur; non necessitano quindi di lavori di messa in posa. Naturalmente, questo modello non è molto consigliato in caso si tratti di zone della casa ad alto passaggio.