Ecco una breve guida su cosa vedere a Venezia durante una breve permanenza in una delle città più romantiche del nostro Paese.

Cosa vedere a Venezia in un giorno

Piazza San Marco

Una cosa da vedere gratis a Venezia in una permanenza di un giorno è senza dubbio Piazza San Marco, il primo posto che viene in mente a tutti quando si parla di Venezia. Si tratta di un grande piazzale sul quale si affaccia la Basilica, con i piccioni in attesa di qualche briciola. Questa è forse l’immagine più famosa di Venezia.
Piazza San Marco è l’unico spazio ampio di Venezia che ha il privilegio di poter essere chiamato “piazza”, mentre tutte le altre zone con questa caratteristica vengono chiamate “campi”. Negli anni della Serenissima Repubblica ospitava fiere, tornei, processione, e la caccia ai tori. Oggi è circondata da bar dove ci si può accomodare ed assistere in diretta al passaggio di turisti di tutto il mondo estasiati di tanta bellezza.

Palazzo Ducale

Il Palazzo Ducale è un’altra cosa da vedere a Venezia in un giorno. Questo era esattamente dov’è adesso durante il periodo della Repubblica ed ha superato le successive dominazioni rimanendo sempre in piedi anche quando Venezia è stata annessa allo Stato italiano. Si tratta di una presenza costante e fedele della città di Venezia anche se questo ha subito molte variazione, dettate dalla lunga serie di terribili incendi che ne hanno determinato, negli anni, significativi cambiamenti. L’importanza politica del Palazzo, che ha accolto i Dogi della storia della Repubblica di Venezia, fu sottolineata anche da Napoleone Bonaparte quando, nel 1797 lo rese il centro della sua amministrazione, dopo aver conquistato la città.

Canal Grande

Una cosa da vedere a Venezia gratis è il Canal Grande, chiamato dai veneziani Canalazzo. Questo attraversa Venezia per ben 4 chilometri dividendo in due parti il centro storico della città. Ben più antico della stessa città, il Canale ha una forma di S al contrario e in alcuni punti raggiunge anche i 5 metri di profondità. La sua ampiezza varia in base alle zone della città, ci sono dei luoghi in cui è largo ben 70 metri.

Il Ponte di Rialto e gli altri ponti

Non è facile contarli uno ad uno, perché i ponti di Venezia sono ben 354! La città lagunare ha un rapporto morboso con i suoi ponti dal momento che ne ha disperatamente bisogno per collegare diverse zone fra loro e rendere gli spostamenti un po’ più agevoli.
Uno dei più celebri è, forse, è quello dei “Sospiri“. I sospiri che danno il nome al ponte, sono quelli dei condannati che venivano condotti nelle vicine carceri i quali, guardando per l’ultima volta la città, si lasciano assalire dallo sconforto.
A contendersi la fama questo vi è il Ponte di Rialto, che fa bella mostra di sè sul Canal Grande. Nel 1593 il Ponte di Rialto sostituì l’antichissimo ponte fatto con barche di legno che permetteva il passaggio verso il frequentatissimo mercato i Rialto. Oggi il ponte, coperto da arcate, è affollatissimo di turisti e venditori, uno dei punti fotografici più famosi del mondo.

Cosa vedere a Venezia in due giorni

Le Gallerie dell’Accademia

Una cosa da vedere a Venezia in due giorni di tempo, oltre a quelle sopra elencate, sono le Gallerie dell’Accademia le quali ospitano la più ricca collezione di dipinti veneziani e veneti, dal Trecento bizantino e gotico agli artisti del Rinascimento.
Giusto per citare alcuni nomi, qui è possibile trovare opere appartenenti a Bellini, Carpaccio, Giorgione, Veronese, Tintoretto e Tiziano, Tiepolo e i grandi vedutisti settecenteschi Canaletto, Guardi, Bellotto, Longhi. Ci sono poi opere del Mantegna, una di Piero della Francesco, Crivelli, Luca Giordano, Memling e altri. Nel museo, inoltre, è ospitato anche uno dei pezzi forti di Leonardo da Vinci, l’Uomo Vitruviano, che però viene esposto molto raramente perché la luce scolorirebbe l’inchiostro.

Museo Peggy Guggenheim

Un’altra cosa da vedere a Venezia in due giorni è la collezione Peggy Guggenheim, una delle più prestigiose raccolte italiane di dedicata all’arte europea ed americana della prima metà del 1900. In questo museo troverete i capolavori dei più importanti ed affascinanti artisti del periodo: Pollock, de Chirico, Picasso, Kandinsky, Brancusi e Duchamp.